Convitto

Sui dolci a scuola

L'ingresso in Via Carducci

E’ possibile, previa richiesta al Rettore, essere autorizzati ad introdurre alimenti confezionati per festeggiare compleanni o altro.

Carissimi genitori,
al fine di uniformarsi alla normativa europea (Regolamento UE n. 852/2004 relativo all’igiene sui prodotti alimentari) in materia, nelle scuole italiane è vietato portare dolci o altri alimenti fatti in casa non confezionati, da consumare collettivamente. Se si esclude dunque la merenda portata da casa, non sarà possibile offrire ai propri compagni degli alimenti da mangiare tutti insieme.
Le cucine domestiche, secondo la normativa europea, possono nascondere germi e batteri che potrebbero inavvertitamente contaminare i cibi e il bambino. Inoltre, considerato che il numero delle allergie ed intolleranze ai cibi è aumentato vertiginosamente, un attacco allergico può portare a uno shock anafilattico col rischio persino della morte.
Per queste ragioni, da quest’anno scolastico, con l’intenzione di preservare al massimo la salute dei propri allievi, si dispone l’assoluto divieto di introduzione di alimenti artigianali non confezionati, dei quali non è possibile conoscere il procedimento, gli ingredienti e le modalità di conservazione.
E’ possibile invece, previa richiesta al Rettore, essere autorizzati ad introdurre alimenti confezionati per festeggiare compleanni o altro. L’autorizzazione sarà concessa dal Rettore attraverso i propri fiduciari (maestra Guidi, scuola elementare; prof.ssa Carriglio, scuola media), sentiti i docenti ed educatori.
Grazie della collaborazione

| Categorie: | Autore: Prof. Luciano Tagliaferri |

« precedente successivo »