Convitto

CONVITTORI E CONVITTRICI 2018/19 - conferma delle iscrizioni entro il 31 luglio

Ingresso in convitto: sabato 1 dalle 17.00 (QAR) e domenica 16 settembre (gli altri) dalle ore 15.00.

Da leggere con attenzione ed inviare i documenti richiesti a info@convittonazionalearezzo.it entro il giorno 31 luglio 2018. Per le conferme arrivare dopo questa data non sarà garantito il posto da convittore

Dal 1 fino al 16 settembre (giorno dell’ingresso in convitto) sarà possibile firmare il contratto previo appuntamento. I convittori e le convittrici collegate al progetto IV Anno d’Eccellenza avranno un contratto personalizzato.

Dovrà essere presa visione di:
-Contratto Convittori/Convittrici (contratto e allegato A)
-Numeri utili Convittori

-Orario Convittori

-Corredo
-Elenco documenti Convittori

-Regolamento vita del convitto

Ecco i documenti che dovranno essere inviati:
——> ricevuta di versamento di euro 200,00;
——> la modulistica presente qui di seguito, debitamente compilata e firmata e nello specifico:
- Scheda personale – Autorizzazione generale (file: scheda personale)
- Autorizzazione viaggi d’istruzione ed altre uscite (file: autorizzazione gite ed altre uscite)
- Scheda informativa sanitaria (file: scheda informativa sanitaria)
- Modulo scelta del medico ed uso di medicinali (file: scelta del medico)
- Consenso informato atto sanitario specifico (file: Consenso atto sanitario specifico)

————
Il Convitto è l’elemento caratterizzante e specifico dell’Istituto, con una offerta unica nel panorama scolastico cittadino.
Vedi una scheda sintetica sulla organizzazione del Convitto
Gli alunni che scelgono questo Istituto possono frequentarlo come convittori
I convittori sono ospitati in Convitto per l’intera settimana, pernottandovi, in un ambiente familiare che garantisce sicurezza ed accoglienza, sotto la sorveglia e tutoraggio degli Educatori.
Possono frequentare le scuole superiori interne ed esterne. Solitamente sono ragazzi provenienti da diverse parti d’Italia che desiderano frequentare corsi di studi particolari o comunque risiedere in città, inseriti in un ambiente consono e familiare, che garantisce sicurezza ed accoglienza.

| Categorie: | Autore: Prof. Luciano Tagliaferri |

« precedente successivo »